ORA BASTA!!

6 marzo 2011

Ora basta!!

Davvero …ora non ce la faccio più, si giunge al un punto in cui “ fisicamente “ dici basta,  non si può sopportare oltre, un punto in cui credi che sia un obbligo morale aprir bocca e parlare.

Io questo punto l’ho raggiunto oggi all’ora di pranzo , fra un piatto di maccheroncini al ragù e un paio di involtini  ai ferri, l’ho sentito venir su dalla pancia ….. e non erano gli involtini.

Spiego:

l’ora di pranzo dicevo … qualcuno,  o il figlio  o la moglie fa zapping con la tv  e quasi casualmente si passa da canale 5 …. DOMENICA 5  ….. mentre cercavo di masticare  i maccheroncini  quanto basta per non renderli  indigesti  butto l’occhio allo schermo  e intravedo  la signora Daniele Santanchè,  mmhhh …  con accanto   Paolo Liguori …… ri-mmmhhh,  un politico una…  e un giornalista l’altro che non apprezzo  granchè, niente di particolare …sono quelle sensazioni che provi a pelle senza un motivo specifico, ma che ti restano dentro  e ti porti dietro. Consideravo e considero la Santanchè un personaggio politico di seconda o terza fila,  ma sempre presente in tv in quelle trasmissioni che fanno “odiens” e danno quindi visibilità …ma non ricordo in tutti questi anni un intervento politicamente rilevante della stessa , un po’ come la Mussolini sempre più impegnata ad apparire che a far politica realmente, tanto i voti arrivano lo stesso se ti sai vendere al momento giusto… vero Scilipoti?? Dall’altra  parte consideravo Liguori un giornalista che avendo alle spalle una così lunga carriera, non avesse il bisogno di appiattirsi sulle  posizioni editoriali di chi lo paga,  tanto da essere diventato così  apertamente fazioso ( studio Aperto docet ..) da contendere lo scettro a Emilio Fede … ed è tutto dire.

Ho finito i maccheroncini … “vediamo un po’ ‘ste braciole” … “mmmhh  di cosa mai parleranno  la Santanchè e Liguori  domenica all’una ??” … “ Sentiamo  un po’ … “  …” nooo.. Yara Gambirasio .., …  Brambate di Sopra …. Ma dai !!… “ non se ne può più,  lasciatela in pace  quella povera ragazza .. e la sua famiglia “ Brambate di Sopra … ne parlano come se fossero nel centro del mondo .. fino a ieri non si sapeva che esistesse un posto chiamato così … ora sembra che al mondo non succeda niente altro ..ore e ore di tv … dirette,  inviati,  troupe televisive … …e prima per mesi  Sarah Scazzi, Avetrana … anche lì mesi e mesi di indagini stile tutto il calcio minuto per minuto e prima ancora Annamaria Franzoni …. .. criminologi a iosa negli studi tv ; ma a proposito che cazzo di mestiere è il criminologo? … avrà un albo a cui registrarsi ?? … e io che mi son  visto almeno 1000 gialli in tv potrò farne parte? .. ormai appena vedo iniziare un thriller capisco subito chi è l’assassino. Mi devo informare …..mmmmhhhh …. Però buoni i maccheroncini ….

Ora  per ultimo Corona che fa irruzione in casa Scazzi entrando dalla finestra per intervistare  la mamma di Sarah,  senza beccarsi nemmeno una denuncia per violazione di domicilio e con i suoi precedenti penali magari,  essere pure arrestato, Corona  che però  invia un videomessaggio trasmesso proprio a DOMENICA 5  in cui si scusa  per l’accaduto e : << Le scuse sono state accettate in diretta telefonica allo stesso programma dal legale di Concetta, Walter Biscotti. “Chi ammette i propri errori è da apprezzare”, ha detto. >> “Scuse accettate dal legale …??!! “, “  Mah … ma che cazzo dicono questi … mmmhhh  gli involtini  forse sono un po’ troppo cotti !! Però un altro paio le prendo … Avetrana ..Brambate di sopra …Basta!! Basta !! son due tragedie …ma nel frattempo ce ne sono state almeno un altro milione nel mondo, parliamo d’altro ora e lasciamo che chi deve faccia il proprio lavoro .. magistratura e investigatori. E tappate la bocca a tutti questi  esperti in tv”. “ Brambate di Sopra …bah ..  si presuppone che ci sia pure un Brambate di sotto allora ??? “

Poi scoppia la bomba …mastico e ascolto quasi  assente, …  poi sento la Santanchè dire … << lasciate stare quei poveri  volontari che non hanno trovato  il corpo abbandonato in quel campo,  pur essendoci passati  sopra a cercarla  due volte … non è mica colpa loro….anzi sono degli eroi a fare quel che fanno senza mezzi e supporto tecnologico….. anzi vi dico di più … se avessero usato nelle ricerche la metà della tecnologia usata nelle indagini contro BERLUSCONI  a quest’ora avremmo un mostro in più in carcere e Yara viva !!!! >>

“Non ci credo” … “ma la senti questa?” e subito a rincarare la dose arriva Liguori …. << Io mi chiedo … ma questa ragazza  è sparita senza che nessuno l’abbia vista .. senza che nessuno sappia chi frequentava ..ma possibile ..sembra che in Italia le uniche ragazze controllate siano quelle che vanno ad Arcore !! >>

**

“ No!!  Basta … così non si può ..vabbè che è una tv privata, vabbè che a pagarli è Berlusconi , però c’è un limite a tutto, avranno un pizzico di dignità queste persone? Il  messaggio che si cerca di far passare è:  i magistrati e le forze dell’ordine in Italia non fanno il loro dovere .. invece di cercare e catturare  i criminali  danno tutti addosso a  Berlusconi. Qui il punto non è essere di destra o di sinistra, non è tenere a questo governo o meno, quello che  non si può ignorare è che si cerchi con mezzi ignobili di influenzare l’opinione pubblica in un senso piuttosto che nell’altro.

E questo fa il paio con quanto detto dall’eurodeputata Ombretta Colli ( un’altra soubrette o velina d’altri tempi , candidata ed eletta in qualche circoscrizione lombarda o piemontese sulla scorta di non so quali requisiti  politici ) qualche mese fa in merito al furto della salma di Mike Buongiorno  .. : << Mi auguro che il povero Mike non stia pagando l’amicizia con Berlusconi >>.

Un’altra goccia nel mare quotidiano  MEDIASET .. RAI … e quant’altro …

Personalmente credo che Berlusconi stia governando (bene o male non stà solo a me giudicarlo) esclusivamente  per le assenze colpevoli della sinistra italiana, priva ormai da anni di uomini, personalità, indirizzi sociali … ma quello che a me sta cominciando a far paura è il regime che si è creato, il regime dei tempi moderni .. quello mediatico, Quel sistema ignobile per cui coloro che dovrebbero difendere la pluralità dell’informazione si schierano più o meno subdolamente  e cercano ( spesso riuscendoci ) a venderti verità di parte. In questi giorni il governo sta preparando un nuovo assalto al sistema giudiziario italiano,  vecchio,  male organizzato e peggio strutturato,  carente in troppi  punti, ma sicuramente non la priorità di un paese allo sbando economico e sociale .. sarebbero altri gli argomenti da affrontare ma evidentemente è sul campo della giustizia che si gioca la partita più importante. Ma più importante per chi ????  Qualche volta mi son trovato in sintonia con i provvedimenti di questo governo  in altre occasioni no ..ma è normale, ognuno  di noi ha le proprie idee, e non necessariamente devono essere sempre uguali a quelle degli altri … anzi. Ma il problema che si ripropone periodicamente,  sempre più pressante è sempre lo stesso, il conflitto di interessi, la proprietà o comunque l’influenza schiacciante nel mondo dell’informazione televisiva e giornalistica di una parte politica attiva quale quella dell’attuale presidente del consiglio.

Per carattere, abitudine,  assuefazione troppo spesso ho avvertito questo problema ma ho lasciato scorrermi addosso la cosa …… oggi non ce l’ho più fatta..

NO !! ..Basta !! Non mi và e voglio dirlo … non ho giornali o tv  a farmi da cassa di risonanza … solo un pc scassato, internet e la voglia di dire no!!  E la voglia di sapere cosa ne pensano gli altri di questo ….e non voglio che a raccontarmelo siano i giornalisti in tv. Voglio saperlo dalla gente ..  direttamente da loro.

Voi che ne pensate??   Aspetto i commenti !!

Saranno stati la Santanchè o Liguori ..ma i maccheroncini mi son rimasti sullo stomaco . Cazzo che domenica di merda.

31 marzo 2010
In poche parole, un’altra Caporetto
di Marco Travaglio

Mentre il Pdl di Menomalechesilvioc’è perde 8,5
punti in un anno e tocca il minimo storico, la
Lega lo asfalta al nord e Fini può rivendicare i
successi in Lazio e Calabria con i suoi Polverini e
Scopelliti, soltanto il vertice del Pd poteva trasformare la
débâcle berlusconiana in una Caporetto del centrosinistra
(fra l’altro, scambiata per una vittoria). Bersani, cioè
D’Alema e i suoi boys (almeno quelli rimasti a piede
libero), ce l’han messa tutta per perdere le elezioni più
facili degli ultimi anni e, alla fine, possono dirsi soddisfatti.
In Piemonte hanno candidato una signora arrogante e
altezzosa, bypassando le primarie previste dallo statuto del
Pd per evitare di dar lustro al più popolare Chiamparino e
riuscendo nell’impresa di consegnare il Piemonte a tale
Cota da Novara per solennizzare degnamente il 150°
dell’Unità d’Italia. A Roma, la città del Papa, hanno subìto la
candidatura dell’antipapista Bonino per mancanza di
meglio (il meglio ce l’avevano, Zingaretti, ma l’hanno
nascosto alla Provincia per evitare che, alla tenera età di 45
anni, prendesse troppo piede), poi l’han pure lasciata sola
per tutta la campagna elettorale. In Campania, calpestando
un’altra volta lo statuto, hanno sciorinato un signore che
ha più processi che capelli in testa perché comunque era
“un candidato forte”: infatti. In Calabria han ricicciato un
giovin virgulto come Agazio Loiero, che quando ha perso
come tutti prevedevano si è pure detto incredulo, quando
gli sarebbe bastato guardarsi allo specchio. Non contenti,
questi professionisti del fiasco, questi perditori da Oscar le
hanno provate tutte per fumarsi anche la Puglia,
candidando un certo Boccia che perderebbe anche contro
un paracarro, ma alla fine hanno dovuto arrendersi agli
elettori inferociti e concedere le primarie, vinte
immancabilmente dal candidato sbagliato, cioè giusto.
Hanno inseguito il mitico “c e n t ro ” dell’Udc, praticamente
un centrino da tavola all’uncinetto, perché “guai a perdere
il voto moderato”. Infatti gli elettori sono corsi a votare
quanto di meno moderato si possa immaginare: oltre a
Vendola, i tre partiti che parlano chiaro e si fanno capire,
cioè Lega, Cinque Stelle e Di Pietro. Altri, quasi uno su due,
sono rimasti a casa o han votato bianco/nullo,
curiosamente poco arrapati dai pigolii del “maggior partito
dell’opposizione” e dal suo leader, quello che “vado al
Festival di Sanremo per stare con la gente” e “in altre
parole, un’altra Italia”. Se, col peggiore governo della storia
dell’umanità, l’astensionismo penalizza più l’opposizione
che la maggioranza, un motivo ci dovrà pur essere. L’ave va
già individuato Nanni Moretti nel lontano febbraio 2002,
quando in piazza Navona urlò davanti al Politburo
centrosinistro “con questi dirigenti non vinceremo mai”.
Sono gli stessi che sfilano in tutti i salotti televisivi,
spiegando che la Lega vince perché “radicata nel
ter ritorio” (lo dicono dal 1988, mentre si radicano nelle
terrazze romane o si occupano di casi urgentissimi come la
morte di Pasolini) e alzando il ditino contro Grillo, che “ci
ha fatto perdere” e “non l’avevamo calcolato”. Sono tre
anni che Beppe riempie le piazze e li sfida su rifiuti zero,
differenziata, no agli inceneritori e ai Tav mortiferi, energie

rinnovabili, rete, acqua pubblica, liste pulite, e loro lotrattano da fascistaqualunquistagiustizialista. Bastava annettersi

qualcuna delle sua battaglie, sganciandosi dal

partito Calce & Martello e dando un’occhiata a Obama, e
lui nemmeno avrebbe presentato le liste. Bastava candidare
gente seria e normale, fuori dal solito lombrosario, come a
Venezia dove il professor Orsoni è riuscito addirittura a
rimpicciolire Brunetta. Ma quelli niente, encefalogramma
piatto. Come dice Carlo Cipolla, diversamente dal
mascalzone che danneggia gli altri per favorire se stesso, lo
stupido danneggia sia gli altri sia se stesso. Ecco, ci siamo
capiti. Ce n’è abbastanza per accompagnarli, con le buone
o con le cattive, alle loro case (di riposo). Escano con le
mani alzate e si arrendano. I loro elettori, ormai eroici ai
limiti del martirio, gliene saranno eternamente grati.

Niente bestemmie sui campi di calcio …. ma niente ipocrisie fuori.

13 marzo 2010

Ho letto qualche settimana fa ,quasi divertito, le notizie che annunciavano l’imminente introduzione di sanzioni per quei tesserati che durante lo svolgersi delle partite di calcio avessero bestemmiato. Ho usato il termine divertito perchè mi sembrava una di quelle simpatiche bufale che ogni tanto giungono fra il serio e il faceto sulle pagine dei nostri giornali.

E invece no ! ….  ho appreso poi che la notizia era assolutamente seria, e cosa ancora più incredibile, si era passato nel breve giro di un paio di settimane dalle parole ai fatti.

Ma come ?? .. ma non è qui che si riesce a “ spalmare “ i debiti delle società di calcio su vent’anni ?? quando poi  si salassano mensilmente operai  e impiegati   … non è qui che i processi ( e non solo quelli sportivi ) durano decenni ?? … Ma come ??  non è qui che per fare una legge in parlamento o la si fa a colpi di maggioranza oppure  occorre aspettare due o tre legislature ?? … E improvvisamente, incredibile , una modifica al regolamento la si riesce a fare in un paio di settimane e và in vigore senza neanche aspettare le “ bocce ferme “ , e tutti d’accordo .. tutti zitti, ….. e tutti gli altri problemi del calcio ?? I problemi delle società di calcio ?? .. I bilanci?? Gli stadi di proprietà?? I tetti per gli ingaggi ?? La fuga dei campioni affermati?? La fuga dei campioni in erba ?? Un universo calcistico che sta andando a rotoli ( non solo quello per carità , ma almeno il paese va a puttane e ci si diverte ) , e non se ne parla , neanche ci si prova a sedersi intorno a un tavolo, ma sulla bestemmia in campo stop. ……. Tutti fermi divieto assoluto di smoccolamento o rosso diretto. anzi pure la prova tv se non ci arriva l’arbitro.

Qui adesso occorre fare un momento di chiarezza , io per carattere, cultura, formazione educativa sono poco propenso alla bestemmia, si certo .. mi sarà scappato qualche volta lo smoccolamento ma può succedere, magari al culmine di una litigata con la donna o di un grosso guaio della vita  e magari qualche volta anche su un campetto di calcio in periferia, ma francamente credo che il rapporto fra me e il Padre Eterno sia un rapporto personale e diretto e se qualcuno ci si deve mettere in mezzo che abbia sì la giacchetta  nera  ma almeno il colletto bianco del prete, non quello giallo dell’arbitro.

**

Ok …l’avete  fatta .. allora ragioniamoci sopra almeno.

Come la vogliamo interpretare ?  Tutela della religione di stato? Del pubblico pudore ?

Ok la bestemmia infrange l’articolo 2 del regolamento “ Non nominare il Nome di Dio invano”  è un’offesa a Dio ed è grave .. ovvio, ma gli altri? No, voglio dire e gli altri comandamenti? Non credo ci sia un’ordine di gravità, per cui infrangerne uno vale tanto quanto infrangerne un altro, e se il principio è punire quei tesserati che durante la partita offendono la religione o il pubblico pudore perché limitarsi solo a quel comandamento?

“Ricordati di santificare le feste!!” Visto che si gioca prevalentemente di Domenica .. avrà controllato l’arbitro se i suddetti tesserati la mattina abbiano regolarmente partecipato alla messa?.. altrimenti  non si comincia per niente?

Certo che con “Non commettere adulterio” e “Non desiderare la donna d’altri”.. eh eh eh non è che c’è da star tranquilli e John Terry l’amico degli amici al Chelsea e in nazionale inglese,  avrebbe i suoi caaavoli amari da digerire. Anzi a pensarci bene si potrebbero tesserare alcuni giocatori con le mogli da copertina a bellaposta;  cosicché appena in campo gli avversari vedendolo pensano alla moglie bum …subito raffica di cartellini.

Sul “Non rubare” beh … stendiamo un velo pietoso perché sennò qualcuno doveva essere squalificato a vita  ma sul serio. E invece ………..

**

No, perché poi non ho mica capito , ma il problema della bestemmia riguarda solo la religione cristiana … o vale per tutte le religioni?? Voglio dire , ormai i campi di calcio .. nostrani o europei sono una babele di razze e quindi anche di religioni, ma la regola vale per tutti? Cioè prendiamo ad esempio Muntari  il calciatore ghanese dell’inter è notoriamente di religione musulmana sicuramente anche rispettoso praticante tanto da aver avuto qualche fastidio professionale o quantomeno di rendimento per l’applicazione del Ramadan, Ecco e se un giorno per un qualsiasi motivo al buon Sulley dovesse scappare un’imprecazione al Suo Dio? O  al buon Morimoto ? Il giapponese del Catania calcio che potrebbe essere anche di religione cristiana ma più probabilmente  Shintoista o Buddista visto che sono le religioni più comuni in quel paese. E’ chiaro che potremmo continuare a lungo  con questo elenco ma la domanda di fondo è: nella nuova norma cosa è previsto in merito? Cosa fà l’arbitro  ? S’offende e espelle o abbozza e chissenefrega.

E cosa dire poi del labiale …già il labiale . Il buon Buffon beccato un paio di settimane prima dell’entrata in vigore delle nuove norme a smoccolare in primo piano TV dopo l’ennesimo gol preso aveva già anticipato quello che sarebbe stato l’andazzo “ ho uno zio da parte di papà che è un porco”, …..  fece sorridere la battutina innocente con tanto di sorrisetto ammiccante, Certo si saranno divertiti un po’ meno i giudici sportivi che dopo aver comminato le prime giornate di squalifica: una all’allenatore del Chievo (sbattuto subito in prima pagina) e tre in serie B a tre giocatori si son visti recapitare un ricorso con tanto di perizia tecnico legale avverso la squalifica del giocatore del Lecce che sosteneva la tesi che il proprio giocatore  avesse sillabato porcozio ( mi auguro non sia lo stesso di Buffon altrimenti ….  due indizi non sono una prova, ma quasi).

E questo ci pone di fronte a un nuovo e inquietante problema ..la lingua. Già la lingua .
Posto che abbiamo ogni domenica su un qualsiasi campo di calcio di serie A almeno sette o otto giocatori non italiani e assodato che la bestemmia di per sé è un atto sicuramente esecrabile ma spesso istintivo e non certo frutto di un ragionamento, è abbastanza probabile che ognuno poi smoccoli nella sua lingua natia …. E allora? Cosa facciamo ? Corsi di lingue per tutti gli arbitri?

Tecnici linguistici esperti nella lettura del labiale che ricontrollano le partite a caccia di smoccolamento in danese o fillandese oppure  ..in russo o croato e perché no il Burkina Faso!!!

Il Burchina Faso dove la lingua ufficiale è il francese ma … Sono parlate numerose lingue locali e dialetti: ben 67.

CI spariamo subito o aspettiamo la fine del campionato?

**

Mi sa che sarà impossibile controllare tutti, per cui i soli penalizzati saranno quei poveri cristi (o fessi ) degli italiani che magari smoccoleranno in Veneto ma beccheranno l’arbitro di Bassano del Grappa  che  li sgama subito. Stesso arbitro che però dopo aver fischiato un fallo al terzino del Burchina Faso se lo vede venire incontro con un bellissimo sorriso stampato sul faccione mentre gli tende la mano  e di recita in faccia “ brutto figlio di una zoccola” ma rigorosamente in uno dei 56 dialetti locali del suo paese di origine. Non potrà che rispondergli “ Complimenti anche a te” .

Mi sa tanto di razzismo al contrario per una volta e se non fosse per la tragicomicità della storia potrebbe pure far ridere.

Senza contare il non poter applicare la prova tv in quei campi dove la copertura televisiva non è ovviamente suffiente tipo i campi delle categorie minori;  e dire che ormai da decenni rifiutano l’inserimento dei supporti tecnologici in aiuto agli arbitri in virtù dell’equità di trattamento in tutti i campi di calcio che vedrebbero ovviamente penalizzati quelli delle categorie minori sprovvisti di supporto televisivo.

Chiudo riallacciandomi all’apertura

Niente bestemmie sui campi di calcio … ma niente ipocrisie fuori.

Qualche regola nuova serve davvero , soprattutto per andare in aiuto dei giudici di gara rimasti ancorati a concetti e abitudini vecchi quanto il calcio mentre intorno a loro,  il calcio è diventato 10 volte più veloce,  100 volte più furbo e 1000  volte più pressante. Servono questi aiuti agli arbitri per sgomberare una volte per tutte  il campo da sospetti e quindi insinuazioni ma soprattutto per toglierli alibi troppo comodi quando servono …” sbagliano anche loro  ….sono umani “… ecco.. aiutiamoli a sbagliare di meno.

Poi se allo stesso tempo nei rettangoli di gioco smetteranno di bestemmiare ben venga se questo poi dovesse succedere  per una maggiore educazione generale piuttosto che per lo spauracchio di un cartellino sarebbe ancora meglio … certo che però tirare fuori un rosso per uno smoccolamento in campo mentre sugli spalti si urla “se saltelli muore balotelli”  davvero fa un po’ ridere.

PRESENTAZIONE

12 marzo 2010

Salve a tutti, nasce oggi questo blog, nasce come un’opportunità, sempre meno presente nella vita di ogni giorno di manifestare la propria opinione su gli argomenti più disparati, che possono andare dallo sport alla politica dalla cultura alla semplice informazione. Uno spazio oltretutto aperto anche a chi vuole aggiungere commenti e opinioni diversi perchè in fondo dalla diversità nasce lo spunto per crescere intellettivamente.

Poi in fondo di vera nascita non si tratta , ma piuttosto di un trasferimento , di una migrazione da un sito ad un altro, con la speranza nel trasloco di non perdere troppi ricordi.


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.